Sei in: Home > Archivio Quesiti > Fattura erroneamente emessa con split payment
Pubblicato il 10-02-2020

Fattura erroneamente emessa con split payment

1. Domanda

Un contribuente (SNC) con periodicità iva mensile ha emesso nei mesi di novembre e dicembre 2019 un totale di n. 12 note di accredito a clienti “privati con partita iva” (non pubblica amministrazione) con l’indicazione, nel campo “esigibilità IVA”, del meccanismo della scissione dei pagamenti anziché esigibilità immediata.

In sede di registrazione contabile e di liquidazione IVA mensile è stata ignorata, da parte della SNC emittente, l’indicazione dello split payment e le fatture sono state registrate con IVA ad esigibilità immediata. Anche alcuni clienti riceventi le note di accredito hanno ignorato l’errata indicazione dello split payment e le hanno registrate come note di accredito con esigibilità immediata. Anche il pagamento da parte della SNC / decurtazione dei debiti da parte dei clienti della SNC è avvenuto tenendo conto dell’va esposta ed ignorando il meccanismo dello split payment.

Quesiti

1) Per rimediare all’errore, la SNC quali comportamenti deve/può adottare tra quelli indicati:

a) emissione nel 2020 di fatture a storno delle note di accredito (emesse erroneamente nel 2019 con il meccanismo dello Split Payment) e riemettere note di accredito con IVA ad esigibilità immediata?

b) Altra soluzione?

2) Nella soluzione 1 a) quali sanzioni sono dovute in regime di ravvedimento operoso? Idem nella soluzione 1b) – se esistente.

Per continuare la lettura ...

Acquista l'accesso

Acquista l'accesso a questo contenuto.

7.00 € Acquista

Abbonati

Ottieni l'accesso completo a tutti i nostri contenuti e ad altri servizi.

Scopri i nostri abbonamenti