Sei in: Home > Archivio Quesiti dal 2014 > Nota Spese per il titolare di una ditta individuale
Pubblicato il 12-03-2018 alle 19:08

Nota Spese per il titolare di una ditta individuale

1. Domanda

Buonasera, il titolare di una DITTA INDIVIDUALE esercente l'attività di installazione di impianti elettrici (artigiano) in contabilità ordinaria asserisce che un suo collega (anch'esso imprenditore individuale), sulla base di quanto consigliato dal suo commercialista:

1) compila una Nota Spese mensile nella quale inserisce TUTTi i costi da lui sostenuti in sede di trasferta (vitto, alloggio, autostrade, parcheggi etc...)

2) in alternativa a quanto sopra compila una Nota Spese mensile nella quale inserisce sia i costi da lui sostenuti in sede di trasferta che quelli sostenuti dai propri dipendenti.

QUESITI:

Relativamente al punto 1) mi risulta che il titolare di una ditta individuale debba documentare le spese sostenute mediante la registrazione di fatture intestate alla sua ditta. Ho sempre saputo che un costo o una spesa per essere ammessi in deduzione dal reddito d'impresa   devono essere comprovati da un documento fiscalmente valido dal quale risultino, tra l'altro, non solo i dati di identificazione del soggetto emittente, ma anche quelli dell'acquirente. La Ricevuta Fiscale NON intestata, lo scontrino fiscale (NON parlante), la ricevuta di pagamento di pedaggi autostradali o di parcheggi sono carenti del secondo requisito (cioè dell'identificazione del soggetto che ha sostenuto la spesa) anche se tali spese venissero inserite in una Nota Spese del titolare. E' corretto quanto sopra esposto o effettivamente il titolare di una ditta individuale può compilare una Nota Spese mensile nella quale riepilogare tutti i costi da lui sostenuti in sede di trasferta??   

Relativamente al punto 2) ritengo NON sia corretto che il datore di lavoro compili una unica Nota Spese a suo nome, includendo anche le spese sostenute dai propri dipendenti. Mi risulta che la Corte di Cassazione con la sentenza n.6650 del 24/03/2006 ha respinto il ricorso presentato da una società contro il giudizio delle Commissione tributaria regionale la quale aveva affermato che le note spese dei dipendenti, dedotte dal reddito d'impresa, NON costituivano prova idonea a documentare l'inerenza delle spese, in quanto la produzione del semplice documento, non prova la sussistenza del requisito di inerenza.  Detto ciò come è possibile che sia deducibile dal reddito d'impresa una Nota Spese compilata da un datore di lavoro nella quale siano incluse anche le spese sostenute dai propri dipendenti???

Ringraziando per la sempre preziosa consulenza, colgo l'occasione per porgere cordiali saluti.

 

Per continuare la lettura ...

Acquista l'accesso

Acquista l'accesso a questo contenuto.

6.00 € Acquista

Abbonati

Ottieni l'accesso completo a tutti i nostri contenuti e ad altri servizi.

Scopri i nostri abbonamenti