Info Fisco 087 / 2425/06/2024
Srl e distribuzione utili – Criticità - Dottrina e giurisprudenza
La corretta determinazione degli utili di bilancio transita attraverso norme sostanziali e procedurali che mirano, essenzialmente, alla tutela dell’interesse: non solo della società e dei soci ma anche dei creditori e di tutti coloro che ne abbiano interesse, in generale. Si analizza il processo di determinazione del risultato di esercizio, alla luce dei possibili vizi che possono inficiarlo, alla luce della posizione della giurisprudenza e della dottrina.
Info Flash Fiscali 119 / 2425/06/2024
Rottamazione del Magazzino - I coefficienti di maggiorazione
In relazione alla procedura agevolata di adeguamento delle rimanenze iniziali al 1/01/2023 introdotta dalla legge di bilancio 20234 (cd. rottamazione del magazzino), il MEF ha emanato i coefficienti di maggiorazione applicabili nel caso in cui l’impresa intenda ridurre l’entità di dette rimanenze iniziali. I coefficienti da applicare sono suddivisi in 3 diverse categorie a seconda di come si pone impresa rispetto agli Indici sintetici di affidabilità fiscale sul periodo d’imposta 2022 (mod.
Info Flash Fiscali 118 / 2424/06/2024
IVS e Gestione separata Inps - Saldo 2023 ed acconto 2024
Entro i termini fissati per il versamento delle imposte risultanti dalla dichiarazione dei redditi vanno corrisposti anche il saldo 2023 e l’acconto 2024 dei contributi dovuti da: artigiani e commercianti, sul reddito eccedente il minimale, iscritti alla Gestione IVS; lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata INPS. Si riepiloga di seguito l’adempimento, anche alla luce dei recenti chiarimenti dell’Inps.
Info Fisco 086 / 2421/06/2024
Il rendiconto per cassa degli Enti del Terzo Settore
Il Codice del Terzo Settore prevede che il bilancio degli ETS con ricavi/rendite/proventi o entrate comunque denominate inferiori a . 220.000 può essere redatto nella forma del rendiconto per cassa, secondo gli schemi del DM 5/03/2020 del Ministero del Lavoro, circa la cui applicazione il Ministero è intervenuto a fornire chiarimenti con la Nota del 14/07/2022. Di seguito si analizzano le modalità di redazione del Rendiconto, evidenziando le specificità collegate a questo tipo di rendicontazione, alla luce dei chiarimenti del documento del CNDCEC di aprile 2024.
Info Flash Fiscali 117 / 2421/06/2024
Comunicazioni Bonus investimenti 4.0 e R&S – Faq del GSE e dell’Agenzia
L’Agenzia delle Entrate con una Faq pubblicata il 19 giugno ha chiarito che: le ricevute dei modelli F24 presentati dal 17 giugno per la compensazione dei crediti Industria 4.0 non sono ancora disponibili; in quanto per 30 giorni sono sospese in attesa di ricevere le informazioni su tutte le comunicazioni inviate fino al 17 giugno stesso. Inoltre relativamente alle comunicazioni necessarie per l’utilizzo dei crediti d’imposta 4.0 e R&S alla luce dell’art. 6 del DL 39/2024 e del DM 24 aprile 2024, sul sito del GSE sono state rese disponibili, oltre alla specifica guida all’utilizzo del Portale Transizione 4.0, alcune FAQ relative alla compilazione dei moduli.
Info Fisco 085 / 2420/06/2024
Emendabilità degli errori dichiarativi
La emendabilità degli errori dichiarativi muove dal combinato disposto: dell’art. 2 c. 8 e 8-bis, relativamente alle dichiarazioni integrative dell’art. 43 del DPR n. 600/73, relativamente ai termini decadenziali previsti in materia di dichiarazioni dell’art. 38 c. 1, DPR n. 602/73, in materia di rimborso e degli artt. 19 e 21, del DPR n. 546/92, in materia di contenzioso tributario. Detta emendabilità dipende dalla natura dell’errore posto in essere, in quanto gli errori di scienza: risultano sempre emendabili fino a prescrizione del periodo d’imposta le manifestazioni di volontà (come, ad esempio, le opzioni): in generale sono emendabili solo entro 90 giorni dal termine per l’invio della dichiarazione.
Info Flash Fiscali 116 / 2420/06/2024
Concordato Preventivo Biennale per i contribuenti forfettari
L’adesione al Concordato Preventivo Biennale dei contribuenti in regime forfettario presenta delle peculiarità rispetto alla procedura disposta per i soggetti ISA. In particolare: l’efficacia dell’accordo è limitata al solo anno d’imposta 2024 (in luogo del 2024 e 2025) la proposta di concordato figura nel quadro LM (Sez.
Info Fisco 084 / 2419/06/2024
Rimborsi ai volontari sportivi e altre novità del Correttivo
Il recente correttivo della riforma dello sport ha aggiornato la disciplina del volontariato, prevedendo, a decorrere dal 1/06/2024, la sostituzione della previgente disciplina dei rimborsi analitici con l’introduzione dei rimborsi forfettari: estesi a tutte le tipologie di spese (anche sostenute per trasferta nel comune di residenza) e di attività svolte come disciplinate dall’ente sportivo purché svolte in occasione di eventi sportivi riconosciuti e nel limite di . 400 complessivi mensili. Sono, inoltre, introdotte novità per il lavoro sportivo svolta dai pubblici dipendenti ed è ridefinito l’inquadramento fiscale del reddito da prestazioni sportive non rientranti nel lavoro dipendente/co.co.co.
Info Flash Fiscali 115 / 2419/06/2024
Mod 730/2024 - Controlli preventivi al rimborso ed elementi di incoerenza
L’Agenzia delle Entrate ha recentemente confermato anche per il periodo d’imposta 2023 i criteri per individuare gli elementi di incoerenza che utilizzerà per effettuare i controlli preventivi dei Mod. 730/2024 con esito a rimborso. In presenza di detti elementi di incoerenza, l'Agenzia può sospendere l'iter di rimborso della dichiarazione per effettuare controlli preventivi, in via automatizzata o mediante la verifica della documentazione giustificativa.
Info Fisco 083 / 2418/06/2024
Plusvalenze immobiliari da Superbonus – Chiarimenti dell’Agenzia
L’Agenzia ha recentemente fornito i primi chiarimenti sulla disciplina delle plusvalenze da cessione di immobili interessati da interventi Superbonus. Tra i chiarimenti più significativi si evidenzia quanto segue: la tassazione opera indipendentemente dalla tipologia del fabbricato oggetto degli interventi anche nel caso di fabbricato interessato dalla detrazione per interventi effettuati sulle parti comuni nel presupposto che gli interventi siano regolamentati dall’art. 119, DL 34/2020 l’imponibilità rileva in relazione alla prima cessione (non anche per eventuali cessioni successive) il costo storico del fabbricato si incrementa parzialmente (al 50) o non si incrementa per i costi sostenuti per l’intervento Superbonus nel solo caso in cui l’agevolazione sia stata fruita con aliquota del 110 e, congiuntamente, il committente abbia fruito dell’opzione per la cessione del credito/sconto in fattura.
Info Flash Fiscali 114 / 2418/06/2024
Concordato preventivo biennale – Eventi straordinari che comportano la riduzione o la fuoriuscita
La recente emanazione del decreto attuativo del Concordato preventivo biennale è stata accompagnata dalla individuazione di eventi straordinari, applicabili sia alle imprese che ai lavoratori autonomi: verificatisi nel biennio 2024 e 2025: che permettono di disattendere l’impegno assunto di dichiarare il reddito concordato nel caso di produzione di un reddito inferiore al 50 rispetto a quello concordato, con fuoriuscita fin dall’inizio del periodo in cui si verifica lo scostamento verificatasi nel 2024: che permettono di ridurre l’entità del reddito concordato, con percentuale di riduzione variabile in ragione dei giorni di sospensione dell’attività. Gli eventi straordinari sono riconducibili: ad eventi calamitosi ad eventi di natura straordinaria che hanno comportato danni ai locali/merci ai casi di sospensione dell’attività/della professione comunicate agli uffici competenti.
Info Fisco 082 / 2417/06/2024
Concordato preventivo biennale - Tuttoesempi
In seguito all’emanazione del decreto attuativo da parte del MEF, diventa operativa l’intera architettura del Concordato preventivo biennale. In una precedente informativa si è dato conto delle novità normative intervenute, riferite alle modalità con cui l’Agenzia Entrate procede a determinare il reddito da proporre al contribuente.
Info Flash Fiscali 113 / 2417/06/2024
CPB – Emanato il dm attuativo per determinare il reddito proposto
Il MEF ha recentemente emanato il decreto attuativo che definisce le modalità con cui il software ISA determina il reddito proposto sul quale sarà possibile accedere al concordato per il biennio 2024-2025. L’Agenzia delle Entrate ha, quindi, rilasciato la versione definitiva del software Il tuo ISA, aggiornata con le specifiche metodologie di calcolo del reddito proposto appena approvate.
Info Flash Fiscali 112 / 2414/06/2024
Zes unica mezzogiorno - Il nuovo modello da inviare entro il 12 luglio
Recentemente l'Agenzia delle Entrate ha approvato: il modello per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nella ZES unica nel Mezzogiorno (che costituisce una aggiornamento di quello già precedentemente utilizzato) definendone contenuto e modalità di trasmissione. La comunicazione deve essere inviata entro il 12 luglio 2024, con riferimento agli investimenti agevolabili effettuati dal 1 gennaio al 15 novembre 2024.
Info Fisco 081 / 2413/06/2024
Versamento del saldo 2023 e del 1 acconto 2024 delle imposte
Il termine per il versamento delle imposte a saldo del periodo 2023 e del 1 acconto 2024 risultanti dal mod. Redditi 2024/Irap 2024 è differenziato a seconda che il contribuente: non possa accedere al concordato preventivo biennale: il termine scade il 1/07/2024 (il 30/06 cade di domenica) o al 31/07/2024 dello 0,4 possa accedere al concordato preventivo biennale: il termine scade il 31/07/2024 o al 30/08/2024 maggiorazione dello 0,4.
Info Flash Fiscali 111 / 2413/06/2024
Compliance per il mod. IVA 2024 omesso o infedele – Il ravvedimento nei 90 giorni
L’Agenzia Entrate ha recentemente esteso all’anno d’imposta 2023 il controllo incrociato tra: la presenza di fatture elettroniche emesse e/o corrispettivi giornalieri trasmessi e la possibile violazione riferita al Mod. Iva 2024 relativa: all’omessa presentazione della dichiarazione o alla sua infedele presentazione a causa dell’omessa compilazione del quadro VE o per la compilazione di tale quadro con indicazione di operazioni attive per un ammontare inferiore a 1.000 (inferiore alle risultanze delle fatture elettroniche emesse/corrispettivi telematici trasmessi).
Info Flash Fiscali 110 / 2412/06/2024
Dichiarazione precompilata - Abilitazione per far accedere altri soggetti
L’accesso alla dichiarazione dei redditi precompilata può essere eseguito, oltre che da parte del contribuente direttamente interessato, anche da parte di: persona di fiducia eredi tutore, amministratore di sostegno, curatore speciale genitore; intermediario (Caf, sostituto d’imposta, professionista). Ai fini dell’abilitazione è necessaria apposita delega rilasciata dal contribuente, analizzata nel seguito.
Info Fisco 080 / 2411/06/2024
Società di comodo per il periodo d’imposta 2023
Si riepilogano le modalità di esposizione nel mod. Redditi delle cause di esclusione/disapplicazione relative sia al regime delle società non operative che per quelle in perdita sistematica.
Info Flash Fiscali 109 / 2411/06/2024
Autotrasportatori - Deduzioni forfettarie per il 2023
Con un recente Comunicato stampa, il MEF ha individuato le deduzioni forfettarie spettanti agli autotrasportatori per il periodo d’imposta 2023, confermando le misure già applicate lo scorso anno. In particolare, per le trasferte effettuate a titolo personale dall’imprenditore individuale/dai soci: nel Comune in cui ha sede l’impresa: spetta l’importo giornaliero di 16,80 oltre il precedente ambito territoriale: spetta l’importo giornaliero di 48,00.
Info Fisco 079 / 2410/06/2024
Imposta di soggiorno per l'anno 2023 - Dichiarazione al 30 giugno
Entro il prossimo 30 giugno scade il termine per l’invio della dichiarazione dell’imposta di soggiorno per l’anni 2023 da parte del soggetto obbligato al versamento, e cioè: per il gestore di una struttura ricettiva per l’intermediario che incassa i canoni/corrispettivi di locazioni brevi che operino nell’ambito dei Comuni che hanno provveduto all’istituzione dell’imposta. La dichiarazione va presentata in via telematica utilizzando il modello approvato dal DM 29/04/2022; l’eventuale modello approvato a livello comunale non può più sostituire la dichiarazione.