Tool Applicativi 18/01/2024
Cessione di fabbricati su cui si è fruito del Superbonus - Plusvalenza (2024)
In relazione ai fabbricati: sui quali sono stati effettuati interventi edilizi per i quali si è fruito del "Superbonus" ex art. 119, DL n. 34/2020 in presenza di cessione nel decennio dalla fine dei lavori il tool determina: l'eventuale plusvalenza che ne riviene (quantificazione dei costi rilevanti riferiti agli interventi edilizi) l'imponibilità di tale plusvalenza ai sensi della lett. b-bis) dell'art. 67, co. 1, del Tuir (introdotta dalla legge di Bilancio 2024 - art. 1, co. 64-67, L. n. 213/2023).
Info Video 05/02/2024
Decreto Salva Superbonus: approvato senza modifiche
La Camera dei Deputati, nella seduta del 31 gennaio, ha approvato senza alcuna modifica il disegno di legge di conversione del DL n. 212/2023. Il Senato dovrà, ora, convertirlo entro il 27 febbraio 2024.
Fisco passo per passo 05/02/2024
Telefisco 2024 - Bonus edilizi - Proroga del Superbonus 110 per Onlus, Odv e Aps anche al di fuori delle zone sismiche
Nel corso dell’incontro con la stampa specializzata del 1/02/2024, l’Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti sulla: proroga del superbonus nella misura del 110 per le spese sostenute fino al 31/12/2025 per le Onlus (Onlus), le Odv (Organizzazioni di volontariato) e le Aps (associazioni di promozione sociale). IL DUBBIO La proroga del super bonus del 110 al 2025 per Onlus/Odv ed Aps, che possono beneficiare dell’aumento dei limiti di spesa per il superbonus dell’articolo 119, co. 10-bis, DL 34/2020 è contenuta nel secondo periodo del co. 8-ter dell’art. 119, DL 34/2020, dedicato agli interventi effettuati nei comuni dei territori colpiti da eventi sismici verificatisi a far data dal 1 aprile 2009 dove sia stato dichiarato lo stato di emergenza.
Fisco passo per passo 01/02/2024
Conversione DL Salva Superbonus - via libera dalla Camera
Nella seduta del 31/01/2024, la Camera ha approvato - in prima lettura - il DDL di conversione del DL 212/2023, c.d. Decreto Superbonus.
Fisco passo per passo 30/01/2024
Contributo a fondo perduto per interventi da Superbonus - codici tributo per la restituzione
Con la RM 9/E del 29/01/2024, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per la restituzione spontanea, tramite il modello F24 Versamenti con elementi identificativi, del contributo a fondo perduto a favore di coloro che eseguono interventi da Superbonus ex art. 119, c. 8-bis, primo e terzo periodo, DL 34/2020. Si ricorda che con il DM 31 luglio 2023 sono stati definiti i criteri e le modalità di erogazione di tale agevolazione, mentre con il provvedimento 22 settembre 2023 n. 332648 l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello di istanza e le relative istruzioni per richiedere il contributo.
Quesiti26/01/2024
SUPERBONUS CONDOMINIO CON PIU' EDIFICI
Buongiorno, In riferimento ad un intervento di superbonus 110 con applicazione dello sconto in fattura nel caso in cui vi sia un condominio con più edifici (4 edifici e 40 unità imm.) , quindi individuati catastalmente ognuno con una sua particella, l'ADE ha chiarito che va presentata una comunicazione di cessione riferita ad ogni singolo edificio. In particolare per le spese trainanti codice intervento -1- è stata quindi predisposta una singola fattura per ogni edificio e quindi anche la comunicazione all'Enea ha seguito lo stesso Iter, una comunicazione per ogni singolo edificio (naturalmente inserendo anche i trainati delle singole collegate unità immobiliari facenti parte).
L’evoluzione della Giurisprudenza 25/01/2024
Crediti da superbonus: sequestro legittimo anche nei confronti della banca terza cessionaria
Legittimo il sequestro degli crediti acquistati dalla banca quando il cittadino, il condominio o l'azienda ha usufruito del Superbonus 110 senza aver fatto i lavori. Infatti, l'istituto, cessionario del credito, è soggetto a misura quando vengono contestati i reati di truffa aggravata ai danni dello Stato o autoriciclaggio.
Info Flash Fiscali 012 / 2422/01/2024
Superbonus e cessione del credito – Variazione della CILAS in CILA
Il Decreto Cessioni contiene una norma di interpretazione autentica secondo cui per le spese relative ad interventi ammessi al superbonus o ad altri bonus edilizi, nel caso di varianti alla CILAS o alla CILA/diverso titolo abilitativo richiesto la verifica per stabilire l’applicabilità delle deroghe allo stop sconto in fattura e cessione del credito deve avvenire con riferimento alla data di presentazione: dell’originaria CILAS ovvero CILA/altro titolo abilitativo della delibera di esecuzione dei lavori, in caso d’interventi condominiali. Dunque, non rilevano le varianti al titolo abilitativo né le varianti alla delibera condominiale.
Info Fisco 010 / 2419/01/2024
Plusvalenza su fabbricati su cui si è fruito del superbonus
La legge di bilancio 2024 ha introdotto una nuova fattispecie di imponibilità della plusvalenza conseguita dalle persone fisiche in ambito immobiliare: la cessione di fabbricato oggetto di interventi edilizi per i quali si è fruito (il titolare del diritto reale o il conduttore/comodatario) della detrazione cd. superbonus (anche quale condòmino) attribuisce una plusvalenza tassata laddove intervenuta entro 10 anni dalla ultimazione dei lavori. Restano escluse le cessioni di immobili: acquisiti per successione o adibiti ad abitazione principale (del cedente/dei suoi familiari) per la maggior parte dei 10 anni antecedenti alla cessione (o per la maggior parte del periodo di detenzione, se inferiore a 10 anni).
Quesiti12/01/2024
ripartizione spese caso superbonus edificio da 2 a 4 unità
Buonasera, il caso: Immobile composto da tre sub due a/7 e un c/6 stesso proprietario, accesso dall'esterno, autonome con gli impianti centralizzati; il proprietario vorrebbe godere del superbonus 90. Dubbio sulla compilazione della comunicazione ade; dovrei compilare il quadro frontespizio come condominio minimo (per gli interventi comuni) e nel quadro a metto n. unità 3 o una Perché nel quadro c se devo ripartire la spesa la faccio in che modo Millesimi Nel mio caso però sforo ex.
Info Fisco 003 / 2410/01/2024
Decreto Salva Superbonus - Le novità
Il cd. Decreto salva Superbonus, in vigore dal 30/12/2023 ha previsto: superbonus: la salvaguardia della detrazione del 110/90 che risulti ceduta entro il 31/12/2023 in base a SAL, anche se l’intervento non risulti successivamente ultimato.
Fisco passo per passo 10/01/2024
Ok al Superbonus se l'immobile ha fruito del contributo per la ricostruzione
Con la risposta ad interpello n. 4 del 9/01/2024, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla spettanza del superbonus in misura rafforzata, ai sensi dell'art. 119, co. 8-ter, DL n. 34/2020. In particolare, è stato chiarito che, in base al citato co. 8-ter, il Superbonus spetta nella misura del 110: per le spese sostenute entro il 31/12/2025 per gli interventi di ricostruzione conseguenti ad eventi sismici a condizione che le spese per la ricostruzione siano riferite ad edifici che al contempo risultino: inagibili a causa di eventi sismici verificatisi a far data dal 1/04/2019, nei Comuni ove è stato dichiarato lo Stato di emergenza anche se già oggetto di contributi per la ricostruzione.
Fisco passo per passo 04/01/2024
Legge di bilancio 2024 - Le principali novità fiscali in sintesi (parte III) - plusvalenza cessione immobili dopo lavori con Superbonus
Si analizza la novità introdotta dalla Legge di bilancio 2024 (L. 213/2023) relativa alla introduzione di una nuova fattispecie di plusvalenza imponibile per la cessione di immobili sui quali sono stati realizzati interventi conil superbonus, di cui all’art. 119 del DL 34/2020, che si sono conclusi da non più di 10 anni all’atto della cessione. L’art. 1 co. 64 lett. a) n. 2 della L. 213/2023, infatti, aggiungendo la lett. b-bis) all’art. 67 co. 1 del TUIR prevede che rientrano tra i redditi diversi le plusvalenze realizzate mediante cessione a titolo oneroso di beni immobili, in relazione ai quali il cedente o gli altri aventi diritto abbiano eseguito gli interventi agevolati con il superbonus, di cui all’art. 119 del DL 34/2020, che si siano conclusi da non più di dieci anni all’atto della cessione.
Quesiti21/12/2023
Superbonus Rate residue 2022
Buongiorno, Persona fisica che ha sostenuto spese per Super ecobonus 110 nel 2022. Non è riuscita a cedere il credito entro il 31/03/2023 e non si è riuscita ad avvalere della remissione in bonis.
Quesiti20/12/2023
Superbonus 110
Buonasera, Un nostro cliente ha eseguito nell’anno 2023 un intervento rientrante nell’agevolazione ecobonus 110, al 31/12/2023 non riuscirà a terminare i lavori. Qualora venisse effettuata un’asseverazione per i lavori effettuati fino al 31/12 per un importo di circa il 95/97 può usufruire dell’agevolazione 110 del SAL anche se i lavori verranno terminati nel 2024 oppure perde completamente l’agevolazione Cordiali saluti In merito al quesito posto come affermato tra l'altro da ade i Interpello 56/2022 con riferimento al c.d. superbonus la presenza di un SAL maturato in uno specifico anno consente di considerare i pagamenti avvenuti nel medesimo anno.
Fisco passo per passo 13/12/2023
Superbonus, Giorgetti: nessuna proroga, si pensa a un SAL straordinario
Il Ministro Giancarlo Giorgetti ha messo per iscritto l'intenzione del Governo di non procedere alla proroga del Superbonus. Il ministero dell’Economia esclude (e smentisce) qualsiasi ipotesi di proroga del superbonus circolata in queste ore e pubblicata da alcuni organi di stampa, recita il messaggio.
Quesiti11/12/2023
superbonus 110 - onlus
Buonasera, una Fondazione, esercita l'attività socio assistenziale, ha al suo interno due rami di attività: un ramo onlus; un ramo commerciale. Al momento non è ancora iscritta runts per gli ovvi motivi legati alla disciplina onlus.
Notizie Flash 08/12/2023
Superbonus 110 - fissato al 31/12/2023 termine spese per gli interventi sugli edifici unifamiliari (c.d. villette)
Con il DL 106/2023 - pubblicato nella Gu del 10/08/2023 - è stato fissato al 31/12/2023 il termine di cui all’art. 119 comma 8-bis secondo periodo del DL 34/2020, entro cui potranno essere sostenute le spese per gli interventi sugli edifici unifamiliari (c.d. villette) per poter beneficiare del superbonus con aliquota del 110 Per effetto della modifica normativa, il Superbonus nella misura del 110, si continua ad applicare: sulle spese sostenute fino alla fine del 2023; con riguardo agli interventi effettuati da persone fisiche su edifici unifamiliari (o anche su unità immobiliari indipendenti e autonome site in edifici plurifamiliari); che alla data del 30 settembre 2022 risultassero effettuati per almeno il 30 dell’intervento complessivo. L’art. 24 del DL n. 104/2023, modificando il co. 8-bis dell’art. 119 del DL 34/2020, ha proceduto a prorogare nuovamente il termine il entro cui potranno essere sostenute le spese per gli interventi sugli edifici unifamiliari (cd. villette) per poter beneficiare del superbonus con aliquota del 110.
Info Flash Fiscali 214 / 2306/12/2023
Superbonus 90 - Contributo riconosciuto per intero
L'Agenzia delle Entrate, in un recente, Provvedimento, ha disposto che: in relazione al contributo a fondo perduto istituito a favore dei soggetti con reddito di modesta entità che hanno sostenuto dal 1 gennaio al 31 ottobre 2023 spese superbonus detraibili al 90 la percentuale di spettanza è determinata in misura pari al 100. Ciò in quanto l'ammontare complessivo dei contributi richiesti, risultante dalle istanze validamente presentate, in assenza di rinuncia, è inferiore alle risorse finanziarie stanziate dall'art. 9, co. 3, DL n. 176/2022.
Info Flash Fiscali 211 / 2301/12/2023
Superbonus – Percentuali di detrazione nel 2023 e successivamente
La bozza di legge di bilancio 2024 attualmente all’esame parlamentare, non prevede, per ora, ritocchi e proroghe per il superbonus rispetto alle attuali scadenze e percentuali di detrazione (110 o 90). Un orizzonte temporale che presenta condizioni e date diverse a seconda che trattasi di lavori fatti su: villette unifamiliari / unità immobiliari funzionalmente indipendenti e con accesso autonomo dall’esterno condomini / edifici interamente posseduti (da 2 a 4 unità abitative) enti del Terzo settore ex IACP e cooperative a proprietà indivisa In alcuni casi rileva la data di presentazione della CILAS (titolo abilitativo) e la data di adozione della delibera di approvazione dei lavori (se trattasi di interventi condominiali).