E-Book 25/12/2018
DL Collegato alla Legge di Bilancio 2019 - E-book
E-BOOK "Decreto Collegato alla Legge di Bilancio 2019" (pag. 113) Il testo è aggiornato: alle modifiche della Legge di Bilancio 2019 al Videoforum del CNDCEC del 15/01/2019 con l'Agenzia Entrate in relazione alla fatturazione elettronica. Il D.L. n. 119 del 23/10/2018 (Decreto cd.
Info Fisco 226 / 1824/12/2018
Fattura elettronica - Memorizzazione e consultazione - Novita
In conseguenza dei rilevi mossi dal Garante della Privacy, l’Agenzia delle entrate ha introdotto delle nuove regole: per la memorizzazione delle fatture elettroniche per l’utilizzo del servizio di consultazione da intermediari e contribuenti In particolare, è previsto che sia il contribuente a dare l’assenso (con sottoscrizione di apposito accordo di servizio attivo dal 3/05/2019) alle funzionalità di consultazione/estrazione dei duplicati delle fatture xml: in presenza di accordo: l’SDI memorizza l’intero file (inclusi i dati non fiscali), che rende disponibile solo alla controparte (cliente e fornitore) che ha sottoscritto l’accordo in assenza di accordo: l’SDI rende consultabile/scaricabile il file xml solo fino all’avvenuto recapito al destinatario (il file rimane disponibile all’SDI limitatamente ai dati fiscali).
L’evoluzione della Giurisprudenza 24/12/2018
Tazzinometro bocciato nel caso di esercizio contemporaneo di attività di bar, ristorante e albergo
In tema di accertamento induttivo non si può applicare il tazzinometro ai ricavi della multi-attività ai fini Irap, Irpef e Iva se dalle fatture emerge che il prodotto è stato venduto oltre che al bar, anche all'interno del ristorante e dell'albergo e che, dunque, non è possibile ritenere che parte del caffè sta stata ceduta in nero. Lo ha stabilito la Cassazione con ordinanza 27612 del 30 ottobre con cui ha accolto il ricorso di una società.
Quesiti21/12/2018
Numerazione fatture elettroniche
buongiorno dottore. ditta vende sia in italia che all'estero. sI chiede se è corretta la seguente procedura: 1) emette fatture con numerazione progressiva (non importa se italia o estero) 2) trasmette al sdi solo le fatture emesse a clienti in italia, le quali logicamente non avranno la numerazione sequenziale. 3) logicamente per le fatture estere compilerà il c.d. "esterometro" mensile. 4) in corso d'anno decide di abbandonare la compilazione dell'esterometro ed effettua al sdi l'invio di tutte le fatture emesse. grazie della risposta e auguri di buone feste.
Quesiti21/12/2018
Fatture elettroniche
Buongiorno, un meccanico che svolge attività di riparazione di automezzi, fino al 2018 emette ricevute fiscali a privati e fatture fiscali a ditte o privato che le richiedono e le riporta giornalmente sul registro dei corrispettivi in due colonne separate. Dal 01-01-2019 dovrà emettere fatture elettroniche a titolari di partita iva, mentre per quanto riguarda i privati che non richiedono fattura potrà continuare ad emettere ricevute fiscali e riportarle nel registro dei corrispettivi oppure dovrà emettere per tutti fattura elettronica In attesa di risposta, porgiamo cordiali saluti ed auguri di buone feste.
Quesiti21/12/2018
Lavoro all'estero in paesi extra UE
Buongiorno, le scrivo per sottoporle un quesito per un caso molto particolare e che riguarda ad una azienda che ha assunto personale da inviare all’Estero in Paesi Extra Ue non convenzionati con l’Italia. Si tratta di una ditta che ha ricevuto un lavoro in Subappalto per la costruzione di un Resort nella Repubblica di Cuba.
Quesiti21/12/2018
Tassazione utili ante 2018
Le partecipazioni ad una Srl ed i diritti agli utili sono così ripartiti: Socio A partecipazione al CS 98 e partecipazione all’utile 50, Socio B partecipazione al CS 2 e partecipazione all’utile 50. I diritti patrimoniali varieranno dal 01/01/19 ed a seguito di tale variazione saranno così ripartiti: Socio A partecipazione al CS 98 e partecipazione all’utile 98, Socio B partecipazione al CS 2 e partecipazione all’utile 2.
Quesiti21/12/2018
Fatture elettroniche
un albergo già dal 1/1/19 anche se non obbligato vorrebbe emettere elettronicamente già da tale date le ricevute fiscali in modo elettronico, mentre per quanto riguarda gli scontrini fiscali continuare ancora in forma cartacea. Si chiede: - è possibile alternare in due modi diversi l'emissione della ric.fisc(elettronica) dello scontrino fiscale (cartaceo): - per quanto rigurda l'emissione in modo elettronico della ric.fiscale, cosa devo consegnare al cliente ai fini di un controllo fuori dal locale da parte degli organi preposti, e se si l'eventuale documento deve riportare altre ai soliti dati obbligatori qualche dicitura particolare.
Quesiti21/12/2018
Sezionale acquisti fatture elettroniche
Le fatture elettroniche di acquisto ricevute nel 2018 (carburanti - gasolio autotrazione) devono essere registrate in apposito sezionale - quale la eventuale sanzione se non viene creato sezionale per le fatture con Reverse Charge ricevute dal 2019 (elettroniche) come deve essere gestito il dovumento per integrazione iva - come notra di rettifica elettronica inviata allo SDI - basta creare e conservare documento cartaceo se la fattura con reverse cherge datata febbraio - viene registrata ad esempio ad ottobre - il documento per la rettifica iva pu' legittimimaente essere fatto e datato ottobre le "cessioni compensative per il reverse charge" devono essere registrate in un sezionale delle vendite La risposta è negativa (FAQ dell'agenzia entrate). Tali fatture possono essere annotate ordinariamente nell'unico registro acquisti.
Quesiti21/12/2018
Professionista in regime dei minimi. Requisiti per il 2019
Un professionista è in regime dei minimi (L.244/2007), lo è dall'inizio attività nel 2015. Può mantenerlo anche per il 2019 considerando che a febbraio compirà 35 anni La risposta è positiva.
Quesiti21/12/2018
Forfettario - problemi sul foglio Exel
Buongiorno, 1) foglio exel calcolo convenienza forfettario Per calcolare la convenienza del regime forfetario per un medico che non paga contributi INPS come dobbiamo compilare il foglio excel affinché non vengano riportati in automatico i contributi inps nella cella C55 Inoltre nel foglio exel perchè non viene calcolato come mancanza di "guadagno" l'iva che non si detrae sugli acquisti (es. per una ditta che entra nel regime forfettario, non perde tutta la detrazione iva sugli acquisti) 2) la fattura allegata emessa da una srl a un'altra srl va con iva 22 o reverse e come va registrato il conto termico 3) i forfettini e i minimi quest'anno (2018) possono sforare i 30.000 e rimanere entro i 65.000 per poter entrare il prossimo anno nel nuovo forfettario 2019 (65.000) 4) una srl fa una vendita di magazzino del valore originario di 30.000 a 100 euro (merce vecchia da rottamare) facendo il ddt e la fattura datata 31/12/2018. Nel bilancio abbiamo un fondo svalutazione magazzino di 50.000.
Info Flash Fiscali 222 / 1821/12/2018
La fatturazione per le ATI
L'Agenzia delle Entrate ha recentemente ribadito che per un raggruppamento temporaneo di imprese gli obblighi di fatturazione ai sensi dell’articolo 21 del Dpr 633/197 nei confronti della stazione appaltante, sono assolti dalle singole imprese associate relativamente ai lavori di competenza eseguiti da ciascuna di esse. In un raggruppamento temporaneo d’imprese infatti ognuno degli operatori conserva la propria autonomia gestionale, degli adempimenti fiscali e degli oneri sociali.
Info Fisco 225 / 1821/12/2018
Collegato Fiscale - Novita della conversione in legge (2 parte)
Si conclude l’analisi delle novità intervenute in sede di conversione della Manovra fiscale collegata alla legge di bilancio 2019, DL n. 119/2018, recentemente convertito.
Fisco passo per passo 21/12/2018
Tassazione del provento derivante dal lodo arbitrale con derivazione rafforzata
L’Agenzia delle entrate, con la risposta n. 119 del 20/12/2018, ha fornito alcuni chiarimenti in merito all’imputazione temporale del componente reddituale connesso all’esito favorevole di una controversia decisa con ricorso all’arbitrato. La fattispecie posta all’attenzione dell’Agenzia attiene all’imputazione temporale del componente positivo di reddito derivante dalla risoluzione favorevole della controversia decisa mediante il ricorso all’arbitrato.
Fisco passo per passo 21/12/2018
Rottamazione dei ruoli esclusa per i carichi affidati ai privati iscritti all’Albo
Una risposta ad un’interrogazione parlamentare resa dal sottosegretario all’economia, ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla definizione agevolata prevista dall’art. 3 del D.L. 119/2018 con particolare riferimento al suo ambito applicativo. L’interrogazione presentata è rivolta a chiarire alcuni dubbi in merito all’ambito applicativo delle disposizioni previste dall’art. 3, del D.L. 119/2018 (conv. in L. 136/2018), che disciplinano la definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione.
Fisco passo per passo 21/12/2018
Termini per la procedura di immatricolazione dei veicoli con F24
Una risposta ad un’interrogazione parlamentare resa dal sottosegretario all’economia, ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla procedura di immatricolazione dei veicoli attraverso i modelli F24. L’interrogazione presentata da alcune categorie di rivenditori di caravan e camper attiene alle problematiche connesse all’immatricolazione dei veicoli con il metodo STA secondo il criterio della contestualità (c.d.
Fisco passo per passo 21/12/2018
Tassazione della sopravvenienza nel concordato di risanamento
L'Agenzia delle entrate, con la risposta n. 120 del 20/12/2018, ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla tassazione della sopravvenienza attiva derivante dalla riduzione del debito nell’ambito del concordato preventivo con risanamento di cui agli artt. 161 e 186-bis della legge fallimentare. La questione posta all’attenzione dell’Agenzia attiene al trattamento fiscale da riservare alla sopravvenienza attiva connessa alla riduzione del debito derivante dall’omologazione della procedura di concordato preventivo con risanamento.
Quesiti20/12/2018
Fattura elettronica
Con la conferma della modifica dell’art. 21, DPR n. 633/72, a decorrere dall’1.7.2019, in base alla quale: la fattura va emessa entro 10 giorni (anziché al momento) dall’effettuazione dell’operazione determinata ai sensi dell’art. 6, DPR n. 633/72, vale a dire con data emissione/invio; nella fattura deve essere riportata anche la data in cui è effettuata la cessione / prestazione ovvero la data in cui è corrisposto in tutto o in parte il corrispettivo, ossia la data di effettuazione dell’operazione, sempreché diversa dalla data di emissione. Si chiede: nel primo semestre 2019: la fattura deve riportare la data dall’effettuazione dell’operazione determinata ai sensi dell’art. 6, DPR n. 633/72 e può essere invita entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica IVA La risposta è negativa, in quanto l'art. 11 c. 2 del DL 119/2018 convertito prevede espressamente che le modifiche di cui al comma uno si applicano dal 1/07/2019.
Notizie Flash 20/12/2018
Trattamento fiscale onere derivante dalla remissione del debito ai propri soci
Con la risposta 121/2018, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che: l' onere sostenuto dalla società a fronte della remissione del debito ai soci: costituisce un onere inerente, riconducibile agli oneri pluriennnali di cui all’articolo 108, comma 1, del TUIR; non determina per la società l’obbligo di effettuare la ritenuta di cui all’articolo 25 del d.P.R. n. 600 del 1973.
Quesiti20/12/2018
Perdite su crediti
Una ditta ns. assistita vanta nei confronti di un proprio cliente un credito pari ad euro 35.000,00. La società cliente è stata ammessa alla procedura di concordato il 27.01.2015.