Sei in: Home > Il manuale delle Scritture Contabili e del Bilancio > Approvazione del bilancio: il maggior termine di 180 giorni
Per poter accedere al contenuto devi autenticarti e essere abbonato a questo servizio o, se possibile, averlo acquistato.
Pubblicato il 27-03-2018 alle 13:05

Approvazione del bilancio: il maggior termine di 180 giorni

Approvazione del bilancio: il maggior termine di 180 giorni

Ai fini dell’approvazione del bilancio di esercizio gli amministratori devono:

SPA

(art. 2364 c.c.)

convocare l’assemblea, almeno una volta l’anno, entro il termine stabilito dallo statuto e comunque non superiore a 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio.

 

 

PARTICOLARI ESIGENZE: lo statuto può prevedere un maggior termine, non superiore a 180 giorni:

  • per le società tenute alla redazione del bilancio consolidato
  • o quando lo richiedono “particolari esigenze” relative alla struttura e all’oggetto della società

SRL

(art. 2478-bis c.c.)

presentare il bilancio “ai soci entro il termine stabilito dall’atto costitutivo e comunque non superiore a centoventi giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale, salva la possibilità di un maggior termine nei limiti ed alle condizioni previsti dal secondo comma dell’articolo 2364”.

 

Srl: la scadenza non fa riferimento alla convocazione dell’assemblea, ma alla presentazione del bilancio ai soci: è, infatti, previsto che l’approvazione del bilancio possa avvenire non solo in assemblea ordinaria, così come disciplinata dall’art. 2479-bis c.c., ma anche tramite consultazione scritta.

Il maggior termine di 180 giorni

L’art. 2364 c. 2 c.c. stabilisce che lo statuto può prevedere un maggior termine di approvazione del bilancio (da riferire in realtà al termine per la 1° convocazione), comunque non superiore a 180 giorni dalla chiusura dell'esercizio (il 29/06/2018 per esercizi solari), qualora:

  • la società sia tenuta alla redazione del bilancio consolidato
  • lo richiedano “particolari esigenze” relative alla struttura e all’oggetto della società.
Massima n. 15/2004 Notariato Milano: “la clausola statutaria che consente la (...) presentazione del bilancio nel maggior termine, comunque non superiore a centottanta giorni dalla chiusura dell'esercizio sociale (...) non deve necessariamente contenere l'indicazione analitica e specifica delle fattispecie che consentono il prolungamento del termine stesso”, che vanno pertanto individuate di volta in volta.