Sei in: Home > Info Flash fiscali 2020 > Indennità per il mese di maggio 2020 - Chiarimenti dell'Inps
Per poter accedere al contenuto devi autenticarti e essere abbonato a questo servizio o, se possibile, averlo acquistato.
Pubblicato il 08-07-2020

Indennità per il mese di maggio 2020 - Chiarimenti dell'Inps

Indennità per il mese di maggio 2020 - Chiarimenti dell'Inps

L’Inps ha emanato una circolare (che non contiene particolari novità interpretative) in merito alle indennità che il DL Rilancio ha riconosciuto per il mese di maggio 2020 ai seguenti lavoratori:

  • professionisti “senza Cassa” che hanno subito una riduzione del reddito del 2° bimestre 2020 rispetto al reddito del corrispondente periodo del 2019
  • co.co.co. che abbiano cessato in maniera involontaria il rapporto di lavoro in un preciso periodo
  • lavoratori in somministrazione e dipendenti stagionali che abbiano cessato involontariamente il rapporto di lavoro in un determinato periodo di tempo impiegati nei settori del turismo e degli stabilimenti balneari.

Con l’eccezione per i professionisti, non è richiesta la presentazione di una nuova domanda ove gli interessati abbiano percepito l’indennità per i mesi di marzo e aprile 2020. Tuttavia, la mancata presentazione della domanda per le indennità per tali mesi non risulta ostativa al beneficio per il mese di maggio.

Si propone, infine, confronto degli aspetti sanzionatori tra le indennità forfettarie e il contributo a fondo perduto nel caso di mancata spettanza dell’agevolazione.

Per continuare la lettura ...

Acquista l'accesso

Acquista l'accesso a questo contenuto.

7.00 € Acquista

Abbonati

Ottieni l'accesso completo a tutti i nostri contenuti e ad altri servizi.

Scopri i nostri abbonamenti
oppure accedi