Sei in: Home > Info Fisco 2020 > Bonus edili - Detrazione del 110% dopo la conversione del DL Rilancio
Per poter accedere al contenuto devi autenticarti e essere abbonato a questo servizio o, se possibile, averlo acquistato.
Pubblicato il 04-08-2020

Bonus edili - Detrazione del 110% dopo la conversione del DL Rilancio

Bonus edili - Detrazione del 110% dopo la conversione del DL Rilancio

La conversione in legge del “Decreto Rilancio” ha portato una serie di modifiche alla nuova detrazione maggiorata del 110% per determinate spese riferite agli interventi di riqualificazione energetica e di riduzione del rischio sismico.

Tra le principali modifiche si evidenzia quanto segue:

  • ambito soggettivo: la detrazione viene ampliata agli ETS (ed ASD/SSD per determinati interventi)
  • ambito oggettivo: la detrazione
  • è fruibile in relazione a non più di 2 unità immobiliari (non rileva se abitazione principale o meno), potendosi cumulare quella riferita ad interventi sulle parti comuni condominiali
  • il limite di spesa agevolabile, variabile in funzione della tipologia di immobile, è stato oggetto di modifica
  • risultano ora esclusi gli interventi su unità immobiliari classate A1, A8 e A9
  • è stata inserita la demolizione e ricostruzione fedele dell’edificio; inoltre sono state ampliate le fattispecie ammesse riferite alla sostituzione dell’impianto di riscaldamento
  • valgono regole particolari per gli interventi su edifici oggetto di vincolo storico/artistico
  • cessione del credito/sconto in fattura: l’opzione risulta:
  • estesa a tutti i bonus edili per le spese sostenute nel 2020 e 2021
  • è applicabile anche i singoli SAL (che non possono essere più di 2 per un importo minimo del 30% se riferiti a interventi detraibili al 110%)
  • adempimenti: è sempre dovuta l’asseverazione dei lavori da parte di un tecnico abilitato; il visto di conformità, al contrario, è richiesto solo solo in caso opzione per la cessione del credito/sconto in fattura.

Per l’operatività della detrazione del 110% occorre attendere l’emanazione del DM attuativo che disporrà i requisiti minimi che devono soddisfare gli interventi ed andranno richiamati nell’asseverazione.

Per continuare la lettura ...

Acquista l'accesso

Acquista l'accesso a questo contenuto.

7.00 € Acquista

Abbonati

Ottieni l'accesso completo a tutti i nostri contenuti e ad altri servizi.

Scopri i nostri abbonamenti
oppure accedi