Sei in: Home > Info Fisco 2020 > Credito d'imposta in luogo del iperammortamento dal 2020
Per poter accedere al contenuto devi autenticarti e essere abbonato a questo servizio o, se possibile, averlo acquistato.
Pubblicato il 14-01-2020

Credito d'imposta in luogo del iperammortamento dal 2020

Credito d'imposta in luogo del iperammortamento dal 2020

A decorrere dal 1/01/2020 l’agevolazione conosciuta come “iperammortamento” è stata sostituita con un credito d’imposta, del quale, tuttavia, mutua numerosi aspetti.

Il credito d’imposta va calcolato in base a degli scaglioni:

  • 40%: per investimenti in beni Industria 4.0 fino a 2,5 mil. di euro
  • 20% per investimenti in beni Industria 4.0 oltre 2,5 mil. di euro e fino a 10 mil. di euro

da utilizzare in compensazione dal periodo d’imposta successivo a quello di entrata in funzione ed interconnessione, suddiviso in 5 quote annuali di pari importo.

In caso di beni immateriali il credito d’imposta

  • va calcolato col coefficiente 15% applicato al costo storico, nel limite della spesa massima di €. 700.000
  • da utilizzare dal periodo d’imposta successivo a quello di connessione con un bene Industria 4.0 da suddividere in tre rate annuali di pari importo.

Tra le principali novità (oltre ai requisiti soggettivi già visti in relazione al superammortamento nonché all’obbligo di comunicazione a fini statistici al MISE), si menziona:

  • la riduzione a €. 300.000 del limite di costo per l’obbligo di richiesta di una perizia/attestato
  • la perizia può non essere giurata

Trova ancora applicazione l’iperammortamento in presenza di investimenti consegnati entro il 31/12/2020 per i quali al 31/12/2019 era stato accettato l’ordine e pagato il 20% a titolo di acconto/maxicanone leasing.

Per continuare la lettura ...

Acquista l'accesso

Acquista l'accesso a questo contenuto.

7.00 € Acquista

Abbonati

Ottieni l'accesso completo a tutti i nostri contenuti e ad altri servizi.

Scopri i nostri abbonamenti
oppure accedi