Sei in: Home > Info Fisco 2016 > Stabilita 2017 – La “nuova” rivalutazione dei beni d’impresa
Per poter accedere al contenuto devi autenticarti e essere abbonato a questo servizio o, se possibile, averlo acquistato.
Pubblicato il 23-12-2016 alle 10:49

Stabilita 2017 – La “nuova” rivalutazione dei beni d’impresa

La Legge di bilancio 2017 ha riproposto la rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni di controllo/collegamento (sono esclusi i soli  immobili merce), risultanti dal bilancio 2015.

La rivalutazione (che si ritiene non ammessa ai soli fini civilistici):

- deve essere eseguita nel bilancio 2016 e deve riguardare tutti i beni appartenenti alla stessa “categoria omogenea”

- comporta l’applicazione di un’imposta sostitutiva pari al 16% per i beni ammortizzabili e al 12% per i beni non ammortizzabili da versare in unica soluzione entro il termine di versamento del saldo delle imposte sui redditi.

Gli effetti fiscali della rivalutazione sono differiti:

  • ai fini degli ammortamenti: dal periodo d’imposta 2019 (3° periodo successivo).    
  • ai fini delle plusvalenze (da cessione/destinazione a finalità estranee): dal periodo 2021.

Limitatamente agli immobili, il maggior valore iscritto in bilancio è riconosciuto ai fini fiscali dal periodo d’imposta in corso alla data del 1° dicembre 2018 (2018 per i soggetti solari).

Per continuare la lettura ...

Acquista l'accesso

Acquista l'accesso a questo contenuto.

5.00 € Acquista

Abbonati

Ottieni l'accesso completo a tutti i nostri contenuti e ad altri servizi.

Scopri i nostri abbonamenti
oppure accedi